amministrazione condominiale, amministrazioni condominiali, amministratore, gestione condomini
nomina amministratore, cambio amministratore,
nuovo amministratore, roma, prati, flaminio,
amministrazione condominiale prati, amministrazioni condominiali prati, amministratore prati, gestione condomini prati,
nomina amministratore prati, cambio amministratore prati,
nuovo amministratore prati, roma, prati, flaminio,
amministrazione condominiale flaminio, amministrazioni condominiali flaminio, amministratore flaminio, gestione condomini flaminio,
nomina amministratore flaminio, cambio amministratore flaminio,
nuovo amministratore flaminio, roma, prati, flaminio

Amministratore



Cosa e perchè serve l'Amministratore

L' Assemblea è un organo che conferisce mandato ad un Professionista di curare il corretto andamento della gestione delle parti comuni : l'Amministratore di Condominio.

La nomina dell'Amministratore è, dunque, prerogativa dell'Assemblea d11el Condominio, ma, quando per ragioni particolari, tale nomina non può avvenire, provvede l'autorità giudiziaria ad istanza anche di un solo condomino.

La figura dell'Amministrazione è imposta dalla Legge quando in un edificio ci siano più di otto proprietari, cioè Condomini (art. 1129 CC).

L'Amministratore deve anche curare che tutti i Condomini osservino scrupolosamente il Regolamento del Condominio, intervenendo con una segnalazione nei confronti del Condomino che non dovesse osservarlo e, in caso di persistenza, costringendolo con l'azione giudiziaria. Si consideri l'ipotesi del condomino che, a dispetto del divieto di usare attrezzature che producono suoni eccedenti la normale tollerabilità, non provveda ad adottare gli accorgimenti necessari, come, per esempio, isolare acusticamente l'ambiente nel quale si trovano macchine rumorose, per limitare l'immissione di suoni.

Un moderno Amministratore deve possedere spiccate doti di organizzazione, che gli permettono in tempo reale di risolvere i problemi quotidiani che possono sorgere nel Condominio.


Amministratore condominiale: come sceglierlo?
Come riconoscere un amministratore di condominio corretto?


La scelta dell'Amministratore deve essere oculata. La cautela di preferire un iscritto a un'associazione di categoria é già qualcosa, ma non basta: nemmeno gli albi professionali tutelano dagli imbroglioni.

E' un bene informarsi presso altri Condominii dove il candidato lavora già e diffidare di chi chiede un compenso irrisorio: probabilmente si rifarà applicando tangenti ai fornitori o alle ditte che eseguono lavori edili.

L'amministratore corretto si riconosce dalla serietà della sua gestione:

  • Non impone la sua volontà nelle assemblee di condominio
  • Alla scadenza del suo mandato si rimette in gioco e chiede ai condomini una riconferma esplicita. (Amministratori poco seri, la voce "riconferma amministratore" che di solito viene posta all'ordine del giorno nella convocazione, non la discutono nemmeno, la saltano completamente, dandola per scontata).
  • Accetta preventivi di lavori portati dai condomini . (Gli amministratori poco seri e con tendenze tangentare, di solito non accettano preventivi lavori portati dai condomini)
  • Si fa pagare , non sottopagare.
  • Non tollera ritardi nei pagamenti delle rate spese condominiali.

  • Studio Elle.Ti
    Via Giorgio Vasari, 4 - 00196, Roma
    Telefono: 06.32.22.427 - 335.69.40.993
    E-mail:info@studioelleti.com